Michele Gennarelli

  • Michele Gennarelli, Docente di Nozioni base di Teoria musicale e Teoria, Ritmica e Percezione musicale e Responsabile area classica

    Direttore Musicale e Direttore Principale della Orchestra Stabile del Molise della Fondazione Molise Cultura dal 2013. Da sempre la sua attività direttoriale è rivolta soprattutto al repertorio lirico; ha al suo attivo un grande repertorio (più di 30 titoli) tra le quali quelle più prodotte: Nabucco, Rigoletto, Il Trovatore, La Traviata, Aida, La Boheme, Madama Butterfly, Tosca, L’Elisir d’amore, Don Pasquale, Norma, Cavalleria Rusticana, Pagliacci. Ha tenuto tournée in Bulgaria, Francia, Spagna, Cina, Giappone; ha diretto e dirige presso Istituzioni Lirico- Sinfoniche Italiane ed estere: l’Orchestra Regionale del Molise, Orchestra Sinfonica di Genova, Orchestra Sinfonica “U. Giordano” della Provincia di Foggia, Orchestra Sinfonica “Serenissima” di Treviso, Orchestra Sinfonica “Nova Amadeus” di Roma, Orchestra Sinfonica “Città di Grosseto” e Teatro Lirico di Grosseto, Orchestra Sinfonica di Livorno, Orchestra Regionale del Lazio, Orchestra Philarmonica e Teatro dell’Opera di Plovdiv (Bulgaria), Orchestra Sinfonica della Provincia di Bari. Dirige i Concerti di Capodanno 2012 e 2013 organizzati dalla Presidenza della Regione Molise e dalla Fondazione Molise Cultura. Nell'aprile 2011 tiene un concerto sinfonico con l’Orchestra della Provincia di Bari con grande successo e apprezzamenti dalla Fondazione e da tutti i Professori d’orchestra. Dal 2006 al 2011 è Direttore Artistico e Direttore Musicale del Festival Lirico “Il Molise all’Opera”. Dirige la VI Edizione del Festival, con grandiosi concerti lirico-sinfonici organizzati in occasione del 150° Anniversario dell’Unità nazionale, e riscuote grande successo di critica e di pubblico. Nella V edizione nel 2010 ottiene consensi unanimi di critica e pubblico con la direzione dell’opera lirica “Il Barbiere di Siviglia” di Gioacchino Rossini, nella IV edizione del 2009 porta in scena “Cavalleria Rusticana” di Pietro Mascagni in un grandioso allestimento originale ed inedito, con la pubblicazione del Dvd relativo in co-produzione con la Casa Musicale Sonzogno. Nella III edizione dirige la messa in scena de “Il Flauto Magico” di W.A. Mozart e “Rigoletto” di G. Verdi in collaborazione con Tuscia Opera Festival, l'Orchestra Regionale del Lazio e la partecipazione di Neri Marcorè e Moni Ovadia. Nella II edizione del 2007 dirige l’opera lirica “Tosca” di G. Puccini mentre nella I edizione, svoltasi per tutto il mese di agosto del 2006, porta in scena l’opera lirica “La Boheme” di G. Puccini. Nel Febbraio 2005 collabora come responsabile musicale a importanti incisioni discografiche, quali la “Terza Sinfonia” di Gorecki e lo “Stabat Mater” di Pergolesi edite rispettivamente da Curci e da Tactus; successivamente tiene una tournée in Italia con l’Orchestra “Città di Grosseto” e solisti dell’Arena di Verona con uno spettacolo lirico e con lo stesso è invitato dal Comune di Roma a dirigere presso l’Orto Botanico di Roma, evento coordinato da Guia Farinelli Mascagni, nipote del celeberrimo operista Pietro Mascagni. Nel Giugno 2004 dirige Aida, La Traviata, Nabucco e Butterfly presso il Teatro Lirico di Stato e la Philarmonica di Plovdiv (Bulgaria). Nel 2003, già direttore Artistico del Festival Molisano “Lirica all’aperto”, è direttore ospite del Festival “LIRICAINPIAZZA” di Oderzo (TV) organizzato dall’Associazione ODER ATTO II in collaborazione con il Teatro di Maribor (Slovenia) dove dirige “Rigoletto” di G. Verdi. Nel Dicembre del 2002 gli viene affidata la riapertura dell’attività lirica del Teatro Savoia di Campobasso, dopo una lunga chiusura per restauro. Nell’anno 2001, a Genova in occasione delle manifestazioni svolte per il G8, è chiamato a dirigere “La Boheme” di G. Puccini, riscuotendo successi di critica e di pubblico. È regolarmente invitato a tenere seminari e corsi di direzione di coro, direzione d’orchestra, teoria e analisi musicale; al tempo stesso è commissario di giurie e commissioni artistiche di concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali Concorso Internazionale “Patanè-Cappuccilli-Respighi” di Canto Lirico, Composizione e Direzione D’Orchestra organizzato dalla Confartigianato Nazionale - 2006, 2007, 2008 e Concorso Internazionale di Canto Lirico “Luciano Neroni” organizzato dal Comune di Ripatransone (AP). È Docente presso il Conservatorio Statale di Musica “Lorenzo Perosi” di Campobasso dal 2004. È Direttore, sin dalla sua fondazione (1997) della Scuola Comunale di Musica “Pierino Mignogna” di Riccia (CB).

    S T U D I
    Ha iniziato gli studi musicali giovanissimo all’età di 6 anni con lo studio del pianoforte e successivamente della composizione con diversi maestri tra i quali Antonio Iafigliola, Dario Lucantoni. Si diploma in Composizione e Musica Corale e Direzione di Coro rispettivamente presso il Conservatorio “Lorenzo Perosi” di Campobasso ed il Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari sotto la guida del M° Piero Niro. Ha l’onore di essere il primo diplomato in Direzione d’Orchestra presso il conservatorio molisano, sotto la guida del M° Michael Summers, e consegue la Laurea di II Livello in Discipline Musicali - Direzione D’Orchestra con il massimo dei voti e la lode presso il Conservatorio “L. Refice” di Frosinone. Debutta come direttore all’età di 22 anni presso il Teatro Savoia di Campobasso in un concerto su musiche di Bartòk per ensemble. Frequenta nel contempo numerosi corsi di perfezionamento di Direzione d’orchestra, Direzione di coro e Composizione con Maestri di chiara fama in Italia e all’estero, tra i quali Piergiorgio Righele, Franca Floris, Guido Milanese, Walter Marzilli, Pier Paolo Scattolin, Franco Donatoni, Piero Bellugi, Donato Renzetti; proprio con questi ultimi si distingue frequentando, rispettivamente presso l’Accademia Musicale “Vanitas Vanitatum” di Napoli e presso l’Accademia Pescarese di Pescara, il corso di Alto Perfezionamento di Direzione d’orchestra. In occasione della celebrazione “Il Premio Valentino Bucchi 20 anni dopo”, organizzato dal Conservatorio di Musica “Lorenzo Perosi” nel Maggio '97, gli viene affidato il lavoro di trascrizione “Fogli d’Album” dello stesso Bucchi pubblicato dalla “Fondazione Valentino Bucchi” nella produzione '97/'98.


    www.michelegennarelli.com
    michele.gennarelli@gmail.com


:::